© iStockPhoto.com/Fernando Alonso Herrero

Il detto popolare recita “l’abito non fa il monaco” ma gli italiani non sembrano particolarmente concordi con questo proverbio: sono infatti molto attenti all’abbigliamento e acquistano online sempre più vestiti e accessori. Uno ogni dieci secondi - per la precisione - stando a quanto rileva eBay sul proprio sito, dove il numero di acquisti nella categoria abbigliamento e accessori è cresciuto del 20% negli ultimi due anni.
Complici sicuramente i saldi, quando per il 66,2% dei nostri connazionali avvengono gran parte degli acquisti, ma non solo: secondo una ricerca GfK Eurisko condotta per il sito di aste e acquisti online, per ben il 72,5% degli italiani l’attitudine generale è quella di compare quando vede qualcosa che gli piace mentre il 71% acquista o acquisterebbe su eBay per risparmiare, il 9% per evitare di essere assalito dai commessi nel negozio e l’8% per non muoversi da casa.
Analizzando gli orientamenti degli italiani nei confronti dell’abbigliamento non mancano sorprese, soprattutto nel confronto tra uomini e donne: se i primi si vestono senza pensarci troppo (44%), badando meno al prezzo e stando invece più attenti alla marca (dichiara di farci attenzione il 50%), l’universo femminile fa molto più caso al costo (di primaria importanza per il 75%) rispetto alla marca (non ha valore per il 60% del campione). Gli uomini si dimostrano anche più furbi delle donne, adottando la tattica di provare un prodotto per poi acquistarlo online (41% degli intervistati di sesso maschile contro il 36% delle donne).
Online gli italiani comprano soprattutto scarpe sportive, seguite dall’abbigliamento casual e da quello intimo; hanno, inoltre, guardaroba colmi di jeans, capo “evergreen” che non può mancare per oltre 31 milioni e 500 mila abitanti dello stivale, t-shirt e maglioncini.
Ma quando l’abito diventa davvero importante? Se il 50% degli intervistati dichiara che tendenzialmente ogni situazione richiede un abbigliamento speciale, ci sono alcuni momenti nei quali l’abito diventa fondamentale: per il 29% del campione è il caso del colloquio di lavoro, per il 9% una serata di gala e per l’8% il primo appuntamento. In queste occasioni meglio quindi pensare bene al proprio look.