BusinessPeople

Sperimentazioni gourmet

Sperimentazioni gourmet Torna a Crazy Pizza Flavio Briatore dietro successo pizzerie
Giovedì, 23 Giugno 2022

Se le catene puntano a leggerezza, alta digeribilità e formati diversi – come la teglia o la pinsa – cercando di caratterizzarsi e rendersi riconoscibili, il fine dining sfrutta il concetto di pizza per sperimentare. Nascono così le pizzedessert dello chef AndreaBerton (2 stelle Michelin nel 2008 e nel 2009) a Milano. La pizza meringa, lampone e fragoline di bosco viene portata al tavolo in una confezione nera che ricorda un cartone della pizza d’asporto, e arriva in coda al menu degustazione.

RosannaMarziale, chef del ristorante Le Colonne di Caserta, nel cuore del territorio della Mozzarella di Bufala Campana Dop, ha ideato una pizza al contrario: la base è una mozzarella rimozzata, ossia riscaldata con inglobati altri ingredienti e poi richiusa nuovamente. Funge da base per una pizza senza impasto, appunto con la mozzarella a fare da elemento portante e con topping di pomodoro e pane croccante. CristinaMarasco, dello storico La Grotta Azzurra di Merate (Lc), una dei più vivaci interpreti della lievitazione, è famosa per la sua pizza “96 ore”, ha tra i suoi cavalli di battaglia la pizza fritta evolutiva con tre fasi di lievitazione e doppia cottura, prima in olio bollente e poi in forno per conferirle croccantezza. 

POTREBBERO INTERESSARTI
Copyright © 2022 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media