© GettyImages

Calisto Tanzi

Calisto Tanzi è in carcere. Il manager, fondatore di Parmalat, è stato condannato in via definitiva dalla Cassazione per il fallimento dell’azienda di Collecchio. La Cassazione ha ricalcolato l'iniziale condanna di secondo grado a 10 anni di reclusione per portarla a 8 anni e 1 mese a seguito della prescrizione di alcuni episodi di false informazioni al mercato. Sono stati dichiarati prescritti, per Tanzi, i reati fino al 18 giugno 2003. A Tanzi, che è ristretto nella sezione cosiddetta 'minorati fisici’ per le sue condizioni di salute, resta da scontare una reclusione di 4 anni e 4 mesi. La condanna della Cassazione si riduce prima a 7 anni e 4 mesi, sulla base del periodo già passato in carcere dall'ex patron della Parmalat ai tempi delle indagini (il cosiddetto presofferto), e si riduce ancora fino a 4 anni e 4 mesi, grazie allo sconto di 3 anni dell'indulto.