Coronavirus e quarantena: 12 mosse per migliorare la vita e il lavoro in casa

Lavorare, giocare, studiare, mangiare, dormire, vivere 24 ore su 24, giorno dopo giorno in un singolo spazio condiviso con altri potrebbe essere una cosa carina da fare per qualche tempo, ma alla lunga la situazione è tutt’altro che piacevole. Lo abbiamo capito bene dopo un mese di quarantena, ma l’orizzonte temporale per l’allentamento delle restrizioni sembra ancora lontano.

Se non avete quindi già cambiato le vostre abitudini ecco qualche consiglio per migliorare la convivenza e la produttività nell’ambiente domestico, in particolare come ottimizzare lo spazio di lavoro e quello dedicato al relax. A suggerire qualche mossa smart è il pool di architetti di Daaa Haus fondato da Keith Pillow e con sedi a Milano, Malta, Ragusa e Mumbai.

Queste semplici regole fai-da-te sono alla portata di tutti e non richiedono grandi modifiche o interventi strutturali. Forse sono fin troppo elementari, ma hanno l’obiettivo di stimolare la creatività e incentivare a fare qualche piccola azione per avere da subito un immediato beneficio.

Organizzare lo spazio di lavoro a casa

  1. Organizza un angolo nella tua casa che puoi definire come “il tuo spazio di lavoro privato” in modo da ottenere una sorta di zona dove vai solo per lavoro. Scoprirai che puoi concentrarti meglio ed essere più produttivo.
  2. Verifica di avere le impostazioni di illuminazione corrette. Se possibile, quando si definisce lo spazio di lavoro, assicurarsi che lo schermo del Pc sia posizionato perpendicolarmente alla direzione della luce naturale (vale a dire che la luce dovrebbe entrare dal lato non posteriore e non anteriore). Inoltre, è meglio mantenere le tonalità chiare con tende trasparenti chiuse.
  3. Utilizzate una sedia ergonomica durante le ore di lavoro. Se non disponibile, improvvisa usando dei cuscini fino a trovare la soluzione comoda per te. Si sconsiglia di lavorare per lunghe ore su una sedia da tavolo e ogni ora è essenziale alzarsi e allungati per tre minuti.
  4. Assicurati che il tuo spazio di lavoro abbia uno sfondo attraente e ordinato. Potremmo non rendercene conto, ma ora che tutti usiamo la videoconferenza per le riunioni, i nostri sfondi sono più importanti. Potremmo non averlo mai considerato, ma lo sfondo dà un’impressione della nostra casa e quindi di noi stessi.
  5. Improvvisa una lavagna di sughero o cartone per elencare le attività e appuntare citazioni di ispirazione e foto che ti ispirano e motivano.
  6. Sposta tutte le apparecchiature / tecnologie necessarie per lavorare nel nuovo spazio di lavoro.
  7. Si organizzato, assicurati che il tuo spazio sia funzionale a ciò che stai facendo.
  8. Prova a scegliere uno spazio lontano da distrazioni, come TV, frigorifero o aree giochi.

Coronavirus e quarantena: come trovare un angolo di benessere in casa

  1. Trova spazio per un angolo verde all’interno e all’esterno. Invece di ornare la case con piante disseminate qua e là raggruppatele tutte in un unico punto che si trasformerà in una sorta di giardino zen donando pace e benessere. Potete anche fare un orto riciclando lattine per alimenti e altri usati come contenitori. Uno dei nostri architetti ha riciclato un bagaglio da viaggio rotto per dare ai suoi due bambini un orto sulla veranda. Ai bambini piace quando ricevono compiti e responsabilità mentre giocano.
  2. Spostare i mobili creare una buona area di allenamento per effettuare alcuni esercizi di fitness. Idealmente lo spazio dovrebbe avere due metri di raggio libero intorno a sé.
  3. Assicurati che la tua casa abbia un buon profumo e che cambi durante il giorno. I profumi svolgono un ruolo importante sui nostri umori. Alcuni semplici suggerimenti; brucia un pochino una fetta di pane al mattino, un bastoncino profumato di lavanda o fiori d'arancio nel pomeriggio e un legno di cedro o qualcosa di forte e speziato la sera. Puoi sperimentare varie fragranze fino a quando non si trova il mix giusto.
  4. Riproduci musica di sottofondo per tutto il giorno. Se vivi da solo puoi persino aumentare il volume e cantare con la musica, perché è cosa nota che la musica ci faccia stare bene. Si può condividere un sottofondo con tutti i membri della famiglia e usare le cuffie per l’ascolto individuale. Si avranno così i benefici prodotti dalla colonna sonora evitando i conflitti legati ai gusti personali.