© Getty Images

Che cosa c'è di più internazionale di un "ciao"? E' questa l'idea alla base di «Ciao Cina», il brand pensato da Confcommercio segnalare le strutture più friendly per i turisti orientali.

Per le imprese del commercio, turismo e servizi che vorranno entrare nel circuito, sarà previsto un corso gratuito per ottenere l'attestazione ed essere inseriti sul portale www.ciao.china.com, indicizzato sui motori di ricerca cinesi.

Ristoranti, alberghi e negozi della Capitale avranno così un canale diretto per attirare i visitatori di Pechino e degli altri mercati emergenti che troveranno spazio in iniziative analoghe nei prossimi mesi.

Sono già un centinaio di operatori iscritti, soprattutto nel settore dell'accoglienza.

LEGGI ANCHE: Moda, senza i cinesi sarebbe crisi nera