Una Ferrari Testarossa del 1988, all'asta su Catawiki

Dalla sceneggiatura del primo episodio di Games of Thrones (venduta per duemila euro) alla chitarra di Kurt Cobain (15 mila euro) e a una Porsche 356 del 1960 (1615 mila euro). Sono alcuni dei più celebri pezzi da collezione venduti recentemente all’asta. Qual è la novità? Semplice. Questi prodotti non sono stati battuti all’interno di ambienti esclusivi: chiunque avrebbe potuto valutare e fare un’offerta per questi oggetti da collezione. È questo il valore aggiunto di Catawiki, la casa d’aste online e azienda a più rapida crescita in Europa, che fa il suo debutto in Italia. A differenza di altre piattaforme di aste via Internet, la società olandese mette a disposizione l’esperienza di oltre 150 banditori professionisti, tenuti a verificare l’autenticità degli oggetti e a controllare lo svolgimento di ogni asta. Catawiki, inoltre opera come intermediario tra compratore e venditore: il pagamento al venditore non viene effettuato fino a quando il compratore non conferma la ricezione dell’oggetto in perfette condizioni. Allo stesso modo, il venditore non spedisce l’oggetto al compratore fino alla conferma di Catawiki dell’avvenuto pagamento.

COME PARTECIPARE A UN’ASTA. Per accedere a un’asta su Catawiki basta iscriversi gratuitamente alla piattaforma e fare la propria offerta a partire da 1 euro. Allo stesso tempo, chiunque possieda un oggetto da vendere, può farlo in modo semplice e veloce con alte probabilità di concludere la vendita e assicurarsi il massimo profitto. Anche in questo caso, basta registrarsi, scegliere la categoria dell’oggetto, fornire un resoconto dettagliato del prodotto e attendere l’approvazione del banditore. Dovunque ci si trovi e in qualsiasi momento si potrà vendere o fare la propria offerta, seguendo l’asta in tempo reale su qualsiasi dispositivo.