©GettyImages

Pier Silvio Berlusconi e Fedele Confalonieri

Non andrà a processo. Almeno non questa volta. Il giudice per l’udienza preliminare di Milano, Maria Vicidomini ha prosciolto per «non aver commesso il fatto» Silvio Berlusconi, indagato con le accuse di appropriazione indebita e frode fiscale per il caso Mediatrade, che riguarda la compravendita di diritti televisivi. Il gup ha tuttavia rinviato a giudizio (il processo partirà il prossimo 22 dicembre) Pier Silvio Berlusconi e Fedele Confalonieri, rispettivamente vicepresidente e presidente di Mediaset, e tutti gli altri indagati, ovvero nove tra manager del Biscione e mediatori di diritti televisivi. La Procura di Milano sarebbe già pronta, però, a presentare alla Corte di Cassazione un ricorso contro il giudizio di proscioglimento.