© GettyImages

È stato accolto con un forte applauso della maggioranza il voto di fiducia che, subito dopo l’ora di pranzo, si è concluso positivamente per il governo. La Camera, infatti, ha confermato la fiducia all’esecutivo con 316 voti favorevoli (e 301 contrari). E se i parlamentari della maggioranza esultato per aver superato la maggioranza richiesta di 309 voti, fuori da Montecitorio l’esito della votazione è stato accolto con un lancio di uova da parte dei giovani 'indignati’.
Al termine del voto la conferenza dei capigruppo di Montecitorio che ha stabilito i lavori per la prossima settimana: l’Aula esaminerà la modifica dell'articolo 41 della Costituzione, relativo alla libertà di impresa, ma anche alcune ratifiche di trattati internazionali. Spostato a fine ottobre, invece, il ddl sulle intercettazioni.