Se la bolletta dell’elettricità sarà meno costosa per le famiglie italiane, per quella del gas, invece, è previsto a breve un aumento. Colpa, per quanto riguarda quest’ultima, dell’approssimarsi della stagione fredda; ma perché la bolletta elettrica è in calo? Secondo Federconsumatori, questa circostanza svela una tendenza alla speculazione che va tutta ai danni dei consumatori.

BOLLETTE IN CALO. L’Autorità per l’Energia, nell’ultima riunione trimestrale, ha deciso in favore di un calo pari all’1,1% per la bolletta elettrica; quella relativa al consumo di gas, invece, crescerà dell’1,7%. La decisione porterà le famiglie italiane a un risparmio medio annuo, nel 2016, pari a 96 euro. Se è vero che i costi del metano saranno più salati, è altrettanto vero che, durante i nove mesi del 2016, è proprio il gas ad essere calato di più, e ad aver portato i maggiori risparmi ai consumatori: il risparmio medio delle famiglie in bolletta è stato pari infatti a 91 euro rispetto al 2015, dato che il costo del gas è calato dell’8,1%; decisamente più contenuto il calo della bolletta elettrica, che si quantifica sul’1,1%, con un risparmio annuale di 5 euro.

RIMBORSI ALLE FAMIGLIE. Nei mesi scorsi, il costo dell’elettricità era stato aumentato per coprire i costi che il gestore Terna sostiene periodicamente per mantenere la rete di fornitura in sicurezza. Il prossimo calo della bolletta della luce è dovuto invece all’indagine in corso che, su segnalazione di Confindustria, ha coinvolto gli operatori dell’elettricità, sospettati di condotte anomale a danno dei consumatori; contenere lievemente il costo della fornitura, dunque, sarebbe un primo modo per risarcire le famiglie. Intanto, da luglio i giudici amministrativi hanno vietato ulteriori aumenti di tariffa; è prevista l’istituzione di un fondo per gli eventuali rimborsi.