© GettyImages

La notizia rimbalza in tutto il mondo. Qui dei lavoratori Sudcoreani apprendono della morte di Bin Laden dalla televisione

Osama bin Muhammad bin Awad bin Laden, più conosciuto come Osama Bin Laden, era considerato il capo storico di Al Qaida, e come tale è stato l'uomo più ricercato al mondo negli ultimi dieci anni. Per l'Fbi è il mandante degli attentati dell'11 settembre 2001 contro le Torri Gemelle di New York e contro il Pentagono a Washington ed è responsabile di alcuni degli attentati più sanguinosi compiuti contro cittadini americani. Osama Bin Laden, dopo averla inizialmente negata, ha rivendicato la responsabilità degli attentati dell'11 settembre. Il Dipartimento di Stato americano aveva messo una taglia di 50 milioni di dollari per la sua cattura “vivo o morto”. Oggi il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha annunciato all'America che Bin Laden (54 anni) è stato ucciso ad Abbottabad, nei pressi di Islamabad, la capitale del Pakistan, in una operazione dei Servizi speciali Usa, grazie ad informazioni di intelligence statunitensi. L'annuncio dell'uccisione di Osama ha avuto conseguenze immediate, centinaia di persone sono accorse di fronte ai cancelli della Casa Bianca, cantando “Usa, Usa” e sventolando, tra urla di gioia, bandiere a stelle e strisce.

Le foto della notte americana