Sulla falsa riga del Protocollo di Kyoto, creato nel 1997 per salvaguardare l'ambiente, nasce il Protocollo di Milano: un accordo, dal respiro internazionale, in materia di alimentazione e nutrizione. A promuoverlo è la neonata Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition. Tre gli obiettivi: abbattere del 50% il volume di cibo sprecato nel mondo entro il 2020; combattere la speculazione finanziaria, fissando dei limiti all’uso dei bicarburanti a base alimentare; promuovere stili alimentari sani per contrastare il fenomeno dell’obesità. Da qui, la richiesta della Barilla Center for Food & Nutrition alle associazioni, ai cittadini e ai soggetti pubblici e privati di contribuire alla stesura del Protocollo visitando il sito www.milanprotocol.com o www.protocollodimilano.it
Il testo, che al momento comprende solo otto articoli, sarà ultimato entro l’anno e verrà poi presentato ai 145 Paesi presenti all’Expo di Milano (1 maggio – 31 ottobre 2015).