Amsterdam al top per qualità della vita offerta ai suoi abitanti

Se siete stanchi dello smog, del traffico, delle liste d’attesa infinite per esami e visite specialistiche e siete alla ricerca di una città più vivibile, allora prendete seriamente in considerazione l’idea di trasferirvi ad Amsterdam. Secondo un report di Spotahome, la piattaforma online di affitti per soggiorni di medio-lungo periodo, infatti, la capitale olandese è la città più “healthy” al mondo, ossia quella che offre ai suoi abitanti la qualità di vita migliore. La società è giunta a questa conclusione dopo aver esaminato 89 centri urbani sulla base di dieci fattori distintivi correlati alla salute (ambiente, salute, vita lavorativa, alimentazione). Ebbene, Amsterdam è quella che ha ottenuto i punteggi più alti, soprattutto nell’equilibrio vita-lavoro.

Dopo Amsterdam, ci sono Oslo e Monaco di Baviera

Al secondo posto si è piazzata Oslo, che dunque non sembra affatto risentire delle poche ore di luce giornaliere. Anzi, la città norvegese ha ottenuto ottimi ranking in molte voci, in particolare rispetto ai punti di ricariche per auto elettriche e alle aree verdi distribuite pro capite. Terzo classificato di questa speciale classifica Monaco di Baviera, valutato positivamente soprattutto per il numero di ristoranti fast food, molto bassi rispetto alla media disponibile in città, e i livelli di qualità di aria e acqua. Del resto, proprio alla Germania spetta il primato per Paese più green: le città tedesche sono quelle con più parchi, punti di ricarica per macchine elettriche pro-capite e palestre. Tuttavia, le nazioni migliori per qualità di aria e acqua sono Nuova Zelanda, Australia e Islanda. Le città dell’est Europa spiccano invece per attitudine sportiva, la presenza cioè di centri sportivi e palestre rispetto alla popolazione locale.
Male le uniche due città italiane considerate: Roma e Milano, che si sono piazzate rispettivamente al 35° e al 61° posto, con ranking particolarmente bassi in generale.