Amazon: negli Usa raddoppia lo stipendio minimo dei dipendenti

Il fondatore di Amazon, Jeff Bezos © Getty Images

Gli attacchi e le critiche degli ultimi mesi sono serviti. Amazon, infatti, ha deciso di raddoppiare lo stipendio minimo dei dipendenti che lavorano negli Stati Uniti. Se attualmente lo stipendio orario minimo è pari a 7,25 dollari, dall’1 novembre salirà a 15 dollari. Una vera e propria rivoluzione se si pensa che l’ultimo “ritocco” alle buste paga era stato concesso ben dieci anni fa. A beneficiare dell’incremento non saranno solo i 250 dipendenti a tempo pieno della società negli Usa, anche ma anche i lavoratori part time e gli stagionali. E chi percepisce già 15 dollari l’ora? Anche in questo caso il salario sarà ritoccato in positivo. “Abbiamo ascoltato le critiche e pensato a lungo su cosa fare e siamo arrivati a questo”, ha detto il fondatore e a.d. Jeff Bezos. “Siamo entusiasti di questo cambiamento e speriamo che questo spinga anche i nostri concorrenti a fare lo stesso”.

Fra i più accaniti detrattori di Amazon per i bassi salari applicati ai lavoratori c’è il senatore Bernie Sanders, che recentemente ha presentato un disegno di legge, denominato Bezos act, che mira a colpire le grandi società imponendo il pagamento di tasse aggiuntive. Sanders si è detto soddisfatto della decisione del colosso del commercio online.