Amazon, arriva il via libera per fare l'operatore postale in Italia

L’espansione di Amazon sembra inarrestabile. Ora, il gigante dell’ecommerce è ufficialmente entrato nell’immenso esercito degli operatori postali italiani. L’obbligo di iscrizione era scattato qualche mese fa, quando due controllate dalla multinazionale dello shopping, Amazon Italia Logistica e Amazon Italia Transport, erano state multate dall’Autorità garante delle comunicazioni (Agcom) perché svolgevano l’attività di postini senza avere le necessarie autorizzazioni per farlo. A ottobre Amazon ha presentato domanda di iscrizione al registro degli operatori postali e ora, alle righe 219 e 220 dell’ultimo aggiornamento del registro, depositato al Mise (ministero dello Sviluppo economico), compaiono anche i nomi delle due società che avevano ricevuto la sanzione di 300mila euro. Ora, dunque, Amazon Italia Logistica e Amazon Italia Transport sono due dei 4.463 operatori postali d’Italia e, in quanto tali, sono tenute a rispettare gli obblighi di questo specifico settore, lungo tutta la filiera della logistica e delle consegne. Significa anche che sono sottoposte alla vigilanza dell’Agcom e devono applicare il contratto nazionale del settore postale secondo quote prestabilite.