Steve Jobs ha lasciato questo mondo da più di un anno, ma resta il miglior amministratore delegato che il mondo abbia avuto negli ultimo 15 anni. Almeno è quanto emerge dall’ultima classifica sui 100 migliori Ceo al mondo (100 Best-Performing Ceos in the World ) elaborata dai ricercatori della Business school Insead e pubblicata sulla Harvard Business Review.
Nonostante la prematura scomparsa nell’ottobre del 2011, il cofondatore di Apple resta al comando della Top 100 per aver reso Cupertino, nei suoi ultimi 15 anni da Ceo (1997-2011) una delle aziende più performanti al mondo. Sotto la sua guida, infatti, Apple ha registrato un aumento di capitalizzazione pari a 359 miliardi di dollari. Dietro al defunto Jobs si piazzano Jeffrey P. Bezos, amministratore delegato di Amazon.com (in carica dal 1996) e Yun Jong-Yong di Samsung; quest’ultimo, in carica dal 1996 al 2008, ha permesso all’azienda coreana di guadagnare ben 128 miliardi di dollari in capitalizzazione.
La classifica 100 Best-Performing Ceos, che ha preso in considerazione le performance di oltre tremila amministratori delegati nel mondo; vede nella Top 100 solo due donneMargaret C. Whitman (per il suo lavoro svolto in Hp) e Dong Mingzhu (Gree Electric Appliances) – e un italiano, Pietro Franco Tali, amministratore delegato di Saipem, recentemente dimessosi perché coinvolto in un’indagine della Procura di Milano per presunti reati di corruzione relativi ad alcuni contratti stipulati in Algeria.

Vai alla classifica