Roberto Benigni © Getty Images

Roberto Benigni

Si chiude con un successo il ritorno di Roberto Benigni in prima serata su Raiuno. Dopo aver raccontato Dante (TuttoDante ) e aver ‘insegnato’ l’Inno di Mameli agli italiani, l’attore comico e Premio Oscar si è dedicato alla Costituzione italiana con La più bella del mondo . Oltre 12 milioni di spettatori (12,619 mln per il 43,93% di share) hanno guardato in Tv lo spettacolo, evento teatrale di circa due ore, senza interruzioni pubblicitarie, acquistato dalla Rai e trasmesso anche in diretta streaming sul sito rai.it.
Due ore in cui Benigni ha raccontato al pubblico la nascita della Carta costituzionale, contestualizzata nel periodo storico, approfondendone gli aspetti articolo per articolo con aneddoti e curiosità (il suo articolo preferito, sottolinea, “è il dodicesimo, quello sulla bandiera, descritta nei suoi tre colori come nel tema di un bambino”). Un testo scritto, ma anche molto spazio lasciato all’improvvisazione, condito anche dall’inevitabile satira sull’attualità, che non ha risparmiato la recente ricandidatura di Silvio Berlusconi.
Infine, al termine dello spettacolo – che potete vedere integralmente in fondo all’articolo – il messaggio di Roberto Benigni agli italiani: “La Costituzione è un regalo che ci hanno lasciato, ma ciò che si riceve in eredità deve diventare nostro, bisogna conquistarlo. Qui dentro ci sono le regole per vivere tutti insieme in pace, lavorando. Dico una cosa che potrebbe dire solo un Papa o un buffone: domani mattina quando vi svegliate dite ai vostri figli di andare a testa alta, di essere orgogliosi di appartenere a un popolo che ha scritto queste cose tra i primi nel mondo, e dite loro di avere fiducia e speranza”.