C’è tempo fino al 24 giugno per proporre la propria candidatura al premio L’Imprenditore dell’anno, il riconoscimento promosso da EY e dedicato a quegli imprenditori che nel corso dell’anno hanno saputo cogliere le opportunità del mercato sviluppando valore per la propria azienda, contribuendo in modo significativo al progresso innovativo e alla crescita dell’economia italiana.

PER VINCERE SERVE… Spirito imprenditoriale, innovazione, direzione strategica, responsabilità individuale e/o sociale d’impresa sono tra i criteri di valutazione delle candidature per un premio che, nato negli Stati Uniti nel 1986, celebra la sua ventesima edizione italiana. “Le imprese eccellenti sono quelle che hanno saputo interpretare le sfide del futuro attraverso innovazione, visione strategica e internazionalizzazione”, ha affermato Dante Valobra, Country Leader del premio L’Imprenditore dell’anno. “Anche quest’anno ci impegneremo a individuare e premiare donne e uomini coraggiosi che, grazie alla loro capacità e intraprendenza, costruiscono storie di successo, riuscendo così a far nascere nuovi leader di mercato, in alcuni casi su scala mondiale”.

Per iscriversi 

AZIENDE E START UP. Il premio, che dal 2015 ha istituito anche il Premio Start Up per dare spazio e visibilità a personalità giovani e brillanti, sarà assegnato da un giuria indipendente composta da rappresentanti del mondo delle istituzioni, dell’economia e dell’imprenditoria. Loro compito sarà individuare, tra i candidati selezionati, i vincitori della ventesima edizione e tra questi il vincitore nazionale. I riconoscimenti saranno consegnati nel corso di una cerimonia che si terrà a Milano nel mese di novembre. L’imprenditore italiano che si aggiudicherà il titolo di vincitore nazionale avrà la possibilità di competere per l’assegnazione del titolo “World Entrepreneur Of The Year.