Un'immagine dell'orchestra che ha animato l'edizione del 2013. In piccolo, il claim e alcune anticipazioni dello spettacolo che andrà in scena al Teatro dal Verme di Milano

Expo 2015 e Facebook tra le aziende, Giulio Crosetto (fondatore Praxi)¸ Gerhard Dambach (ad Robert Bosch) e Mario Gasbarrino (ad Unes), tra i manager. Sono solo alcuni dei vincitori del Premio Eccellenza Lido Vanni 2015, riconoscimento promosso da Manageritalia, Cmft e Confcommercio, che sarà assegnato nella serata di venerdì 27 al Teatro dal Verme di Milano (ore 20). Il premio, nato nel 2000 e giunto oggi all’ottava edizione, riconosce ogni due anni il valore espresso da manager, aziende e professionisti eccellenti, protagonisti con il loro lavoro e le loro idee dello sviluppo del terziario e dell’economia.

La selezione 

L’individuazione dei manager candidati coinvolge gli oltre 35 mila associati Manageritalia, che possono essere segnalati da altri manager iscritti, dai familiari e dai colleghi delle aziende di appartenenza. Spetta poi alla giuria – composta quest’anno da David Bevilacqua, vicepresidente Sud Europa Cisco Systems, Alberto Pastore, presidente Sima, società Italiana di management e Barbara Stefanelli, vicedirettrice Corriere della Sera – scegliere i quattro vincitori.

Cinque i manager premiati quest’anno e selezionati dalla giuria di Manageritalia (vedi box): Elena Aniello (1967), Brand e strategic marketing director Artsana; Giulio Crosetto (1936), Consigliere delegato Praxi; Gerhard Dambach (1962), Amministratore delegato Robert Bosch Spa; Mario Gasbarrino (1953), Amministratore delegato Unes; Palmiro Noschese (1962), Area director Italy Melià Hotels International.
Tra le aziende, scelte tre le 700 mila associate a Confcommercio, Expo 2015; Facebook Italy; Grandi magazzini e supermercati Il Gigante; Ingenico Italia; Randstad Italia. Il premio per la Formazione di Cfmt è andato a Mida, consulenza organizzativa e hr; e Nagima, consulenza e formazione.

IL TEMA: LA MAGIA DELLA LUCE. Nel corso della cerimonia di venerdì 27 novembre non si celebreranno solo manager e aziende di successo. La serata ha uno scopo benefico e i partecipanti potranno contribuire con un’offerta libera a favore della Lega italiana per la Fibrosi Cistica Onlus. Quest’anno il tema portante sarà la luce, la sua magia e i suoi simboli, riconosciuta dall’Unesco “soggetto dell’anno internazionale 2015”. Si prenderà quindi spunto da questo soggetto per collegare, in modo simbolico, tutti i suoi valori al mondo del management: come mettere in luce le capacità delle persone, come illuminare la strada da intraprendere, come riaccendere la luce in un momento buio, come guidare (far luce) la strada per i propri collaboratori (leadership) e molto altro ancora.

La serata offrirà, quindi, uno spettacolo ideato dallo Studio Festi by Mymoon. Il tema è sviluppato in 11 scene: il suo percorso, dal pallido chiarore delle ore notturne al trionfo del sole; la sua storia e quella della vita stessa, narrata sia mettendo in scena la luce stessa, sia raccontando la trasformazione che essa opera sulla natura. Ad accompagnare il viaggio una colonna sonora emozionante e coinvolgente per una performance con spettacolari proiezioni video che diventano protagoniste, nel sincrono che si crea tra il movimento degli artisti in scena e le immagini di luce.

DOPO EXPO. «È chiaro che la politica non è un mondo che mi appartiene, ad oggi: per un manager, ci sono molti modi per interessarsi agli altri, al sociale e io credo che in un modo o nell'altro io sto già facendo molto», le parole del commissario che a margine ha aggiunto: «Le primarie del Pd? Si parla tanto di primarie, ma poco di contenuti. Io parlo di contenuti»