Enzo Mirigliani

È morto Enzo Mirigliani. Il patron storico di Miss Italia si è spento oggi, all’età di 94 anni, in una stanza del Policlinico Gemelli di Roma, dove era ricoverato da alcuni giorni. Nato il 22 aprile 1917 a Santa Caterina sullo Jonio, in provincia di Catanzaro, Enzo Mirigliani è stato per oltre mezzo secolo il simbolo del concorso di bellezza italiano più importante. Mirigliani inizia a occuparsi di concorsi di bellezza nel 1953; quattro anni dopo, a Trento, entra a far parte di Miss Italia, diventandone il responsabile nel 1959, prendendo l’eredità dal creatore del Concorso Dino Villani. La prima miss incoronata da Mirigliani è Marisa Jossa, napoletana di 21 anni. Alta 1 metro e 77 centimetri è la prima reginetta “stangona” dopo tanti anni di bellezze mediterranee formose e mai troppo alte. Nel 1988 Mirigliani incoronerà Miss Italia anche Roberta Capua, bellissima figlia di Marisa Jossa. In tutto Mirigliani ha consegnato la fascia di più bella d’Italia a 50 miss, tante quanti gli anni che l’hanno visto alla guida della manifestazione. Di candidate - si calcola - ne ha selezionate almeno un milione, tutte ragazze della porta accanto, slogan tutto suo, una specie di bandiera del concorso. In ricordo del padre, emigrato negli Usa, Mirigliani ha ideato nel 1991 Miss Italia nel Mondo per le ragazze di origini italiane residenti all’estero. Nel 1999 ha ricevuto dal presidente Carlo Azeglio Ciampi l’onorificenza di Commendatore al merito della repubblica. Da alcuni anni è Patrizia, figlia di Enzo, a guidare Miss Italia.