© Getty Images

E sono 21. Se fosse un giovanotto americano, b potrebbe anche brindare all'evento. E invece il fondatore di Microsoft festeggia l'ennesimo anno vissuto al top della classifica dei patrimoni statunitensi.

A dirlo è ovviamente Forbes che piazza il magnate ormai da anni impegnato solo nella beneficenza in testa alla classifica con un portafoglio da 81 miliardi di dollari (+9 rispetto al 2013).

GLI ALTRI. Al secondo posto Warren Buffet, a quota 67 miliardi dalla sua Berkshire Hathaway. Terzo posto assicurato con i suoi 50 miliardi di dollari per Larry Ellison che ha appena dato l'addio all'incarico di a.d. di Oracle.

Staccato il capofila della nuova generazione dei paperoni 2.0, Mark Zuckerberg: 34 miliardi di dollari per un comunque dorato 11esimo posto e guida degli undici under 40 in lista.

Tra le new entry quella più alta è Jan Koum, 7,8 miliardi a 38 anni grazie alla sua invenzione: Whatsapp. Elizabeth Holmes (Theranos) è invece la più giovane delle 47 donne in classifica: 4,5 miliardi a 30 anni. Ma occhio agli anziani: David Rockefeller sr. a 99 anni non molla il suo posto in classifica con 3 miliardi di dollari.

La classifica censisce 400 ricconi made in Usa che accumulano 2.290 miliardi di dollari, una somma pari al pil del Brasile, ma attenzione: non si tratta di figli di papà. Anzi, sono ben 276 i "self made man" catalogati da Forbes.