Biagio Agnes

È morto Biagio Agnes. Lo storico Direttore Generale della Rai, si è spento nella notte nella sua casa romana. Nato a Serino, nella provincia avellinese, il 25 luglio 1928, attualmente era direttore della Scuola di giornalismo dell’Università di Salerno. Agnes inizia la propria attività giornalistica appena ventenne collaborando prima in pubblicazioni locali dell’Irpinia e successivamente in giornali sia livello regionale che nazionale. Nel 1958 approda in Rai dove inizia una carriera lunga e piena di soddisfazioni: da redattore a Cagliari a capo servizio al Giornale Radio, quindi condirettore del Telegiornale, e fondatore e direttore del Tg3. Fino al 1982 quando diveneta Direttore Generale della Rai. Agnes ha ricoperto la carica fino al 1990, attestandosi tra i più longevi dg dell’emittente pubblica. Sotto la sua direzione, in pieno boom dell’emittenza privata, la Rai ha avviato una serie di servizi che poi sarebbero diventati storici, come ad esempio Televideo, e ha sperimentato nuove tecnologie quali le trasmissioni via satellite e l’alta definizione. Lasciata la Rai diventa presidente della Stet, la holding delle telecomunicazioni e poi presidente di Telemontecarlo. Nel 2006 diviene direttore della Scuola di Giornalismo dell’Università di Salerno. Una carriera questa che è valsa ad Agnes prima l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro (1987) e quindi una laurea honoris causa in Comunicazione e Telecomunicazioni dell’Università di Buenos Aires (1992).