Giorgio Squinzi

Giorgio Squinzi

Il presidente di Federchimica, Giorgio Squinzi, è stato eletto presidente del Cefic, associazione che in Europa rappresenta l'industria chimica. Squiinzi, anche consigliere delegato di Confindustria per l'Europa, è stato eletto dall'assemblea degli industriali e guiderà il Cefic per il prossimo biennio. Il manager italiano, amministratore unico della Mapei, è il primo imprenditore a essere eletto presidente di Cefic, che dalla sua fondazione, nel 1972, è sempre stato presieduto da manager.
Al Cefic aderiscono oggi 29 mila aziende operanti in Europa, che rappresentano un quarto della produzione chimica mondiale, con circa un milione e 200 mila addetti. “Questo nuovo incarico - ha dichiarato Squinzi - rappresenta una sfida delicata e complessa in un momento in cui il primato dell'industria chimica europea è minacciato dalle economie asiatiche. La nostra produzione continua a crescere, ma più lentamente rispetto ai mercati emergenti, mentre l'occupazione in Europa scende ogni anno del 2%. Occorre potenziare gli investimenti in ricerca e sviluppo, per dare un'impronta più avanzata ai nostri prodotti in termini di innovazione”.