Monsignor Viganò, direttore del Centro televisivo vaticano

Il “Consiglio di Cardinali per aiutare il Santo Padre nel governo della Chiesa universale e per studiare un progetto di revisione della Costituzione Apostolica ‘Pastor bonus’ sulla Curia Romana” ha analizzato e approfondito la proposta di una riforma dei mezzi di comunicazione vaticani, il “Vatican Media Committee”. Come scrive un comunicato diffuso oggi dalla Sala Vaticana, «il medesimo Consiglio di Cardinali ha proposto a Sua Santità di istituire una Commissione per studiare tale Rapporto Finale e prospettare gli opportuni percorsi di fattibilità. Il Santo Padre, accogliendo con favore tale proposta, in data 23 aprile 2015 ha deciso di istituire la Commissione, di cui sopra, e ne ha nominato i componenti».

A presiedere il nuovo organo sarà Rev.do Mons. Dario Edoardo Viganò, direttore del Centro televisivo vaticano. Membri: Ill.mo Dott. Paolo Nusiner, direttore generale di Avvenire , Nuova Editoriale Italiana, Milano; Rev.do Mons. Lucio Adrian Ruiz, capo ufficio del Servizio Internet vaticano, direzione delle Telecomunicazioni del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano; Rev.do P. Antonio Spadaro, S.I., direttore de La Civiltà Cattolica ; Rev.do Mons. Paul Tighe, segretario del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali.