Massimiliano Pogliani

Massimiliano Pogliani

Nuova era per Illy Caffè, che affida le redini dell’azienda a un manager esterno. Dopo aver chiuso il bilancio 2015 con 437 milioni di ricavi, Andrea Illy lascia l’incarico di amministratore delegato dell’azienda a Massimiliano Pogliani, ex Ceo dei cellulari Vertu, con un passato in Saeco e Nespresso.

Andrea Illy resterà presidente di Illy Caffè, mentre Riccardo Illy lascia il ruolo di vice presidente (ma resta nel Cda dell’azienda) per dedicarsi al Gruppo Illy, holding che controlla la stessa illycaffè, Domori, Mastrojanni, Dammann Frères e la partecipata Agrimontana. Nel Cda di Illy Caffè entrano anche Francesco Illy, che si occuperà della valorizzazione del marchio, mentre Anna Illy continuerà a occuparsi di funzioni corporate e mantiene la presidenza onoraria. Marina Salamon sarà vice presidente. Novità anche tra i consiglieri indipendenti con l’ingaggio di profili come Alberto Baldan, che guida La Rinascente, e Roberto Eggs, manager di Moncler.