Giovanni Malagò

Il Coni ha un nuovo presidente. Il Consiglio Nazionale del comitato olimpico, riunitosi questa mattina a Roma, ha eletto Giovanni Malagò, romano di 53 anni, già presidente del CC Aniene e del Comitato del Mondiale di nuoto Roma 2009, quale 15esimo presidente Coni per il quadriennio 2013-16. Per Malagò, che succede a Giovanni Petrucci, 40 voti, uno in più della maggioranza necessaria all’elezione come presidente del Coni. Raffaele Pagnozzi ha invece ottenuto 35 voti. Una scheda è, infine, risultata nulla.

«Nello sport è difficile vincere, ma anche non vincere. Un abbraccio a Pagnozzi: considero questa carica la più importante nel nostro Paese, farò di tutto per onorarla». Sono queste le prime reazioni di Giovanni Malagò, subito dopo la nomina. «Ringrazio tutti i membri del Consiglio nazionale del Coni, soprattutto quelli che mi hanno voluto ribadire la fiducia nell’urna. Credo che sia doveroso da parte mia fare un grande in bocca al lupo a Malagò e alla sua squadra sapendo che lo sport italiano sarà in grado di mantenere il trend che lo ha portato al vertice del mondo. Felicitazioni, auguri e buon lavoro». Le parole invece di Raffaele Pagnozzi con le quali si è congratulato con il nuovo presidente.

La nostra intervista a Giovanni Malagò