Paolo Monferino e Alfredo Altavilla

Paolo Monferino e Alfredo Altavilla

Alfredo Altavilla sarà nominato amministratore delegato dell'Iveco in sostituzione di Paolo Monferino che lascerà il Gruppo Fiat assumendo l'incarico di direttore della Sanità della Regione Piemonte. Ad annunciarlo lo stesso gruppo automobilistico di Torino che, a tre mesi dallo scorporo della Fiat (con Iveco che confluirà, insieme a Cnh, nella nuova Fiat Industrial), pone al volante di Iveco l’attuale ad di Fpt, la divisione motori del gruppo. Definito come “ministro degli Esteri” di Sergio Marchionne, Altavilla ha seguito da vicino Chrysler (attualmente siede nel cda) ed è uno dei manager che più si identificano con la gestione dell’ad Fiat. Nato a Taranto nel 1963, Altavilla inizia la sua carriera in Fiat Auto nel 1990 e, dopo cinque anni, viene nominato responsabile dell'ufficio Fiat Auto di Pechino per poi assumere, nel 1999, la responsabilità delle attività in Asia. Dal 2002 ha assunto il coordinamento delle attività riguardanti l'alleanza con General Motors e, nel 2004, l'incarico di gestione delle alleanze insieme alla presidenza di Fiat/Gm Powertrain JV. Da novembre 2006 è amministratore delegato di Fiat Powertrain Technologies e fa parte del Group Executive Council di Fiat Group. A ottobre 2009 è stato nominato Executive Vice President del Business Development di Fiat Group.
”Voglio ringraziare, personalmente e a nome dell'azienda, Paolo Monferino - ha commentato Sergio Marchionne - per l'eccellente lavoro svolto in tutti questi anni di servizio in Fiat. Si è sempre contraddistinto per serietà, rigore e grande intelligenza. Queste qualità gli hanno permesso, ad esempio, di completare prima un'impresa straordinaria come l'integrazione tra Case e New Holland e poi di riportare l'Iveco ai massimi livelli di competitività nel settore dei veicoli industriali”.