Gianfelice Rocca

Gianfelice Rocca

Sarà Gianfelice Rocca il nuovo presidente di Assolombarda per il quadriennio 2013-2017. Il manager, che sostituirà Alberto Meomartini al vertice di una realtà formata da più di 5.000 imprese industriali e del terziario nelle province di Milano, Lodi e Monza e Brianza, è stato designato dalla Giunta dell’associazione. La sua candidatura ha trovato ampio consenso sia nelle consultazioni dei “saggi” sia nel voto a scrutinio segreto; l’incarico ufficiale arriverà solo il prossimo 10 giugno dopo il via libera dell’Assemblea degli imprenditori dell’area milanese.

Il profilo di Gianfelice Rocca. Nato a Milano nel 1948, il futuro presidente di Assolombarda si è laureato con lode in Fisica all’Università di Milano e ha conseguito un Pmd alla Harvard Business School di Boston. Gianfelice Rocca è presidente del Gruppo Techint – riconosciuto tra i leader mondiali nei settori della siderurgia, energia e infrastrutture – e fondatore dell’Istituto Clinico Humanitas, ospedale policlinico, centro internazionale di ricerca e didattica fondato negli anni ’90,
A livello associativo Rocca è stato vicepresidente di Confindustria con delega all’Education dal maggio 2004 al maggio 2012, prima nella presidenza Montezemolo, poi in quella Marcegaglia. Precedentemente è stato vicepresidente di Assolombarda con delega all’Economia.
In Italia, siede nei board di Allianz, Brembo, Buzzi Unicem, mentre a livello internazionale è membro dell’Advisory Board di Allianz Group, del Comitato esecutivo di Aspen Institute, dell’European Advisory Board della Harvard Business School e della Trilateral Commission. E’ inoltrepPresidente del Consiglio di IIT (Istituto Italiano di Tecnologia) e membro del Comitato direttivo di EIT (Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia).
Nel 2007 è stato nominato Cavaliere del Lavoro e nel 2009 gli è stata conferita la laurea ad honorem in Ingegneria Gestionale dal Politecnico di Milano. Nel 2010 ha ricevuto dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il “Premio Leonardo 2009” per il contributo al rafforzamento della proiezione internazionale dell’Italia nei settori della siderurgia, energia e infrastrutture.