Ottimisti, malgrado tutto

In quanto Ceo e Chairman di GroupM Italia dall’aprile 2014, Massimo Beduschi è a capo di tutta una serie di agenzie media, da Mec a Mindshare passando per Mediacom, Maxus, Media Insight e Kinetic, che adottano soluzioni, tecnologiche e non, a sostegno del business delle aziende inserzioniste loro clienti

L’economia cresce o no? E l’occupazione? Qual è il livello di sicurezza dei mercati internazionali? E quanto la tecnologia si rivela disruptive? Come cambia il capitalismo con la concentrazione della ricchezza e dei dati nella Silicon Valley? A quanta privacy siamo disposti a rinunciare per essere social? Grandi e piccole questioni viste dall’ufficio di Massimo Beduschi, Ceo e Chairman di GroupM Italia, la media holding leader nel mondo negli investimenti pubblicitari

Se l’andamento degli investimenti pubblicitari è il termometro che misura lo stato di salute di un sistema economico, chi questi capitali sceglie come e dove spenderli si trova in una condizione privilegiata per capire dove va, o vorrebbe andare, il Paese. Se non altro quello che produce e che spende in advertising, cioè le imprese. Ecco perché in una fase in cui l’economia tricolore non sa bene se deve piangere o sorridere, in cui i dati quotidiani di occupazione, pil, consumi, produttività industriale, sono ondivaghi, Business People ha pensato di intercettare il punto di vista di Massimo Beduschi, Ceo e Chairman di GroupM Italia. Per intenderci stiamo parlando della più grande società di investimento media al mondo (facente parte del gruppo Wpp, fondato dal mitologico sir Martin Sorrell, di cui Beduschi è Chief Operating Officer in Italia), che nel 2015 ha gestito nel nostro Paese un billing pari a 2,720 miliardi di euro. Ne viene fuori un affresco della situazione interna e internazionale ricco di spunti di approfondimento, ma povero di punti fermi a cui agganciare – purtroppo – la ripresa.

Beduschi, dalla tolda di comando di GroupM è possibile avere una panoramica piuttosto realistica degli umori del Paese. Che aria tira tra le aziende vostre clienti? C’è ottimismo, pessimismo, attendismo? Lei, a fine 2016, aveva rilasciato dichiarazioni speranzose. Sono state confermate dai primi tre mesi del 2017?
Credo che le dichiarazioni a cui lei si riferisce siano antecedenti a...

La lettura dell'articolo continua per gli utenti abbonati.

Se sei già abbonato a businesspeople.it clicca qui per effettuare il login.

Se non sei ancora abbonato a businesspeople.it clicca qui per scegliere la tipologia di abbonamento.

Articoli correlati
Commenti

Se siete iscritti alla community di Business People effettuate il login per pubblicare un commento.
Se non siete iscritti, registratevi alla community di Business People.