© Raben Sittam

Raben Group, uno dei protagonisti europei nel settore dei trasporti e della logistica, è un’azienda che ha fatto della responsabilità sociale d'impresa una parte integrante del proprio DNA. Attivamente impegnato nel percorso verso il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030, il Gruppo approccia il concetto di CSR in modo globale, integrando attività socialmente responsabili con la strategia aziendale.

Ecologia e sostenibilità, in primis, ricoprono un ruolo molto importante per l’intera Raben Group che ogni anno investe in soluzioni di trasporto e stoccaggio efficienti ed ecocompatibili e pianta migliaia di alberi che neutralizzano tonnellate di CO2. Non solo, in occasione dei festeggiamenti del 2021 per i 90 anni di presenza nel settore, Raben Group ha dato vita all’iniziativa “Eco2Way – 90 giorni verso un futuro migliore”, un tour ecologico online in giro per l’Europa che ha raccontato la storia di 20 luoghi a rischio a causa del cambiamento climatico e del comportamento poco responsabile dell’uomo.

Un viaggio che ha coinvolto non solo i dipendenti di tutte le Business Unit del Gruppo, che oggi conta più di 160 filiali in 14 paesi in Europa, ma anche tutte le persone interessate a scoprire come l’inquinamento climatico stia impattando seriamente i luoghi più suggestivi ed incantevoli del paese in cui ogni singola Business Unit opera. Persone che, al termine del tour, ad ottobre, sono state chiamate a votare anche una tra le tre realtà più meritevoli di ottenere un finanziamento da parte di Raben Group per l’attuazione di un eco-progetto volto alla creazione di un ambiente salubre per le generazioni attuali e quelle future.

Tra i progetti finalisti anche il ROV (Remoted Operated Vehicle) italiano QYSEA FIFISH V6s per il rilevamento dei fondali marini in diverse zone costiere d’Italia realizzato da The Black Bag, gruppo di tutela ambientale che si occupa della pulizia delle spiagge attraverso l’organizzazione di eventi e al prezioso aiuto dei suoi volontari. La salvaguardia dei mari e delle spiagge italiane, infatti, è un tema che sta molto a cuore all’intero Gruppo e, in particolare, all’italiana Raben SITTAM.

Sebbene ad aggiudicarsi il finanziamento sia stato infine il progetto ceco Storks, realizzato dall'organizzazione ČSOP JARO Jaroměř, che potrà godere di un sovvenzionamento per la costruzione di un’oasi per le cicogne a Dvůr Králové nad Labem, in Repubblica Ceca, Raben SITTAM ha espresso il suo desiderio di continuare a supportare l’associazione The Black Bag nelle proprie attività, attuando almeno in parte, il progetto del ROV QYSEA FIFISH V6s.

Nei suoi 90 anni di attività, Raben Group non si è distinta solo per la ricerca di soluzioni innovative e green, ma anche per il suo incessante impegno per sensibilizzare e incoraggiare il cambiamento sociale, a partire dalla messa in atto di iniziative aziendali a favore dei più bisognosi, come quella che di recente ha visto protagonisti i collaboratori italiani del Gruppo. In occasione delle festività natalizie, infatti, i dipendenti di Raben SITTAM hanno unito le forze, attraverso l’organizzazione di una colletta alimentare interna, per supportare le attività di Banco Alimentare, l’associazione italiana che, attraverso il recupero e la distribuzione del cibo, si adopera per il sostegno fisico e l’inclusione sociale delle persone più povere, oltre che per ridurre gli sprechi alimentari. Ad oggi, sono stati raccolti oltre 300 kg di cibo (dalla pasta e dal riso sino ai prodotti per l’infanzia, passando da latte, biscotti, olio, tonno e legumi vari), una piccola parte di quello che sarà un rapporto lungo e virtuoso tra le due realtà.