Milano celebra Andy Warhol con una grande mostra monografica. Di scena a Palazzo Marino da oggi, 24 ottobre fino al 9 marzo 2014 la mostra, intitolata appunto Warhol, è un’occasione rarissima per il pubblico di poter vedere uno dei gruppi di opere più importanti del padre della Pop Art americana, quelli che compongono la collezione di Peter Brant. Non solo un collezionista, ma un intimo amico di Warhol, con il quale ha condiviso gli anni artisticamente e culturalmente più vivaci della New York anni ‘60 e ‘70. In tutto oltre 160 opere, dai primi disegni come illustratore alle spettacolari Ultime Cene - presentate proprio a Milano nel 1987 in quella che fu l’ultima mostra di Warhol prima della sua morte - e gli autoritratti, passando attraverso le opere più iconiche come le Electric Chairs , il grande ritratto di Mao, i fiori e uno dei più famosi capolavori di Warhol Blue Shot Marilyn , il ritratto della famosa attrice americana che ha in mezzo agli occhi il segno restaurato di uno dei colpi di pistola esploso da un’amica dell’artista nel 1964 che Brant avrebbe poi acquistato per 5000 dollari nel 1967 con i proventi di un piccolo investimento. Capolavori ma anche opere altrettanto sorprendenti, ma meno conosciute, come una serie di Polaroid mai viste prima in Europa.

Prodotta Promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e prodotta da Palazzo Reale e 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE in collaborazione con Arthemisia Group, la mostra è curata da Peter Brant con il contributo di Francesco Bonami.

Dopo Milano la mostra proseguirà per il prestigioso museo LACMA di Los Angeles.

ORARI BIGLIETTI
lunedì 14.30- 19.30
martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30 - 199.30
giovedì e sabato 9.30 - 22.30
ultimo ingresso un'ora prima della chiusura
*con audioguida gratuita
intero € 11,00
ridotto € 9,50
gruppi € 9,50
scuole € 5,50
famiglie ( 1 o 2 adulti + bambini da 6 a 14 anni):adulto € 9.50 - bambini € 6.50