© Getty Images

Si scelgono mete europee e compagnie di voli low cost (54% dei casi), si riduce la durata del soggiorno (in media quattro giorni in Europa, sette per le mete extraeuropee), si preferiscono hotel a tre stelle rispetto a location lussuose, si aspettano offerte, ma si parte: alle vacanze gli italiani non rinunciano nemmeno in tempo di austerity. Lo conferma l’Osservatorio Volagratis, che monitora le prenotazioni avvenute nell’ultimo periodo sul famoso portale dedicato ai viaggi. L’Europa batte però le città del nostro Paese: quest’anno il 62% degli italiani ha scelto una capitale europea come meta per le festività di Natale e Capodanno (nel 2011 era il 40%) e il 14% volerà Londra, il 13% a Parigi, il 5,7% ad Amsterdam, il 5,4% a Berlino e il 5,4% a Madrid.
Città, queste ultime, che sono state preferite a quelle nostrane, in declino dal 49% al 28% nel giro di un anno: tengono solo Catania, Palermo e Roma, prenotate tramite Volagratis.com rispettivamente dal 20%, 12% e 7% di coloro che hanno deciso di restare in Italia per le festività.
Cambia poco, invece, per le destinazioni a medio e lungo raggio, pressoché stabili rispetto all’anno scorso con preferenze che si attestano sul 10%: sul fronte internazionale, New York vince su tutte (22%), seguita da Dubai (5,7%), Marrakech (4,2%), Bangkok (4%), Miami (3,5%) e Tokyo (3,5%).
Il taglio del budget destinato alle vacanze ha portato al boom dei pacchetti vacanza e all’impennata delle mete più economiche come Budapest e Praga: il sito Viaggiagratis.com segnala notevoli incrementi percentuali (rispettivamente del 120% e del 107%) per entrambe. Ma quando si acquistano volo e hotel insieme si preferisce ancora Parigi (6,9%), seguita da Budapest (6,7%), Londra (6,5%), Amsterdam (5,9%) e Praga (5,3%). La nostra preferenza per Parigi è però ricambiata dai cugini francesi, che a loro volta scelgono l’Italia per le loro vacanze e arriveranno soprattutto a Venezia e Roma. Il Bel Paese risulta poi al secondo posto tra le mete dei tedeschi e degli spagnoli, innamorati soprattutto della nostra capitale.
Un consiglio per risparmiare sulle prenotazioni? Nei periodi di alta affluenza non aspettare le offerte last minute: la prenotazione anticipata di almeno tre settimane consente un risparmio fino al 45%.