Undici città italiane tra le migliori per qualità-prezzo in Europa

Si avvicina l’inizio della primavera e così si risveglia la voglia di viaggiare e di trascorrere un weekend fuori porta visitando una bella città, in Italia o all’estero. Tra le migliori destinazioni in Europa, il nostro Paese si conferma come variegato e ricco di attrazioni affascinanti e a buon prezzo al tempo stesso: sono ben 11 le mete italiane inserite nel Best Value City Index di Trivago, la classifica delle 100 città dal miglior rapporto qualità-prezzo elaborata sulla base del prezzo medio degli hotel e delle recensioni degli utenti. In particolare, Trapani risulta la migliore delle città nostrane, con un punteggio di 96.36 su un totale di 100.

La top 3 europea, invece, è conquistata dai Balcani, con Mostar, in Bosnia, che con un punteggio di 97,59 risulta essere la più competitiva in termini di prezzi e di qualità delle sue strutture ricettive. La sua attrazione più famosa è il ponte vecchio, Stari Most, che ha dato il nome alla città ed è patrimonio Unesco. A seguire sul podio la serba Novi Sad (97,54 punti) e Veliko Tărnovo (97,53), città bulgara che in passato fu anche capitale del Paese.

LA CLASSIFICA ITALIANA. Dopo Trapani, che si colloca nella graduatoria europea al 16° posto, nella top 3 nazionale si collocano Taranto, con un indice di 95,98, e Castellammare del Golfo (95,96), incoronando il sud Italia per la sua bellezza e accessibilità. A completare l’elenco Viterbo, Lecce, Spoleto, Arezzo, Cagliari, Salerno, Brescia e Trento, con punteggi compresi tra 92 e 96 punti.

EUROPA E DINTORNI. A seguire la top 3 occupata dai Balcani, nella classifica europea prevalgono mete dell’est: Suzdal’ in Russia (97,37 punti), una delle città storiche appartenenti al gruppo dell’Anello d’Oro, Leopoli (97,29), tra i maggiori siti culturali dell’Ucraina e il cui centro storico è patrimonio dell’umanità Unesco, e l’ungherese Eger (97,14), nota per i suoi vini rossi. Al 7° posto si piazza Oradea (97,07), città della Romania ricca di siti turistici ed edifici barocchi e art-nouveau, Pécs (96,93) in Ungheria, il cui cimitero paleocristiano è patrimonio Unesco, la turca Safranbolu (96,91) e, infine, la romena Sibiu (96,89), che è stata capitale europea della cultura nel 2007.