Dagli scimmioni agli orsi di pezza vi porta Tim Davys con Amberville (Bompiani), una storia in cui le atmosfere noir contrastano con la natura dei personaggi, che sono tutti pupazzi. Amberville è il quartiere in cui vivono i protagonisti, e qui - nonostante le apparenze - la vita non è un gioco. Il passato del protagonista Eric Bear, fatto di droga e gioco d’azzardo, lo strappa alla sua nuova vita borghese e rischia di portargli via l’amata Emma Rabbit. Per salvarla Eric ha bisogno dei vecchi amici: la gazzella sadomaso Sam, il corvo Tom Tom e il serpente Marek. Sellerio punta sulle indagini di due grandi investigatori contemporanei, da una parte il Commissario Montalbano, che in La danza del gabbiano (di Andrea Camilleri) indaga sulla scomparsa dell’ispettore Fazio, dall’altra Petra Delicado, il poliziotto più duro del distretto di Barcellona, con per le mani un caso delicatissimo ne Il silenzio dei chiostri (di Alicia Giménez-Bartlett). Si tratta di un omicidio nel convento delle sorelle del Cuore Immacolato, aggravato dalla scomparsa della sacra mummia del Beato Asercio de Montcada. Al fianco di Petra, l’irrefrenabile vice Fermin Garzón il nuovo marito Marcos con i suoi quattro figli.