Pino Daniele © Getty Images

Pino Daniele

Non è poi così vero che il made in Italy sia in “caduta libera” e goda di poco credito oltreconfine. In barba a spread e sfiducia per le nostre vicissitudini politiche c’è chi riesce a farsi apprezzare, e molto, in ambito culturale. Pino Daniele è uno di questi. L’artista napoletano, infatti, dopo i concerti Sold out a New York (Apollo Theater), Boston (Berklee Performance Center) e Washington (DC Jazz Festival) tenuti nel 2012 tornerà a suonare all’estero con un nuovo tour, tra Europa e Nord America, proprio come ambasciatore della canzone italiana, nel programma dell’Anno della cultura italiana negli Stati Uniti indetto per il 2013 (in collaborazione con il ministero degli Esteri, l’ambasciata italiana a Washington, i consolati generali e gli istituti italiani di cultura di New York e San Francisco). Le prime date confermate del tour all’estero (prodotto e organizzato da Blue Drag e Massimo Gallotta) sono il 7 giugno al Barbican Theatre di Londra, l’8 giugno al Theatre Saint Michelle di Bruxelles (Belgio), il 18 e 19 giugno allo Stage 48 (con special guest) di New York, il 21 giugno al San Francisco Jazz Festival e il 24 giugno al Toronto Jazz Festival. Pino Daniele tornerà quindi per la terza volta nella Grande Mela, questa volta allo Stage 48, dove si presenterà in una veste più intima con lo spettacolo An Intimate Evening with... , una formula già proposta in precedenza da artisti come Santana e BB King. E ancora, in autunno, il tour di esibizioni live proseguirà con nuove date previste in Germania, Svizzera, Francia e altre nazioni in Europa dell’Est.