L’Hotel de Crillon a Parigi

A partire dal prossimo 31 marzo, per due anni, chi visiterà Parigi non potrà soggiornare al celebre (quanto costoso) Hotel de Crillon. Per l’albergo superlusso parigino ad aprile iniziano infatti i lavori di ristrutturazione. Lavori al termine dei quali il settecentesco hotel, voluto da Luigi XV, ne uscirà completamente rifatto, con meno camere (oggi sono 147) ma con una piscina e una spa in più.

Grandi cambiamenti si prospettano per la riapertura. Sicuramente non vi saranno più quei 3.500 “lotti”, presi dagli arredi delle camere, dalle cantine, dalle cucine e dai ristoranti dell’albergo, che andranno a comporre un’asta che si terrà presso Artcurial, tra il 18 e il 22 aprile.

Non solo ristrutturazione, nel futuro del l’Hotel de Crillon anche un, nuovo, cambio di proprietà. Secondo indiscrezioni pubblicate Oltralpe, il brand alberghiero di lusso americano Rosewood Hotels & Resort, proprietà della società di Hong Kong, New World Group, sarebbe in fase di «negoziati esclusivi» con gli attuali proprietari (una socieetà che fa capo alla famiglia reale ssaudita) per ottenere la gestione dell’albergo.