È uno spettacolo particolare quello a cui assistono canadesi e turisti a ottobre, lungo le rive del fiume San Lorenzo: tra aceri rosse, betulle giallo intenso e il blu delle acque, il cielo si colora di bianco per la migrazione delle oche delle nevi, note per il loro candido piumaggio (molte sono anche di colore grigio-marrone) e per le ali immense. Giunte all’estuario del fiume del Québec gli stormi sostano e si riposano per circa tre settimane, prima di riprendere il viaggio che li condurrà dal Grande Nord alla costa atlantica.
Il rito si ripropone di primavera, durante la seconda metà di marzo. In entrambe le stagioni numerosi centri, tra cui quello di Baie-du-Febvre, propongono ai visitatori varie mostre tematiche, oltre una serie di sentieri e di postazioni panoramiche.

www.bonjourquebec.com/it