Habemus Papam di Nanni Moretti

La 65esima edizione dei Nastri d’Argento si chiude con il trionfo di ‘Habemus Papam’. Al Teatro Antico di Taormina il film di Nanni Moretti si presentava con ben sette candidature e alla fine per sei si è concretizzato il premio: regista del miglior film, soggetto, scenografia, costumi, fotografia e produttore dell’anno (Nanni Moretti e Domenico Procacci). Ad aggiudicarsi invece il prestigioso Nastro dell’anno 2011 gli autori, il cast e i produttori di ‘Noi credevamo’ di Mario Martone.

Tre Nastri sono andati a ‘Vallanzasca – Gli angeli del male’ di Michele Placido: Kim Rossi Stuart è stato premiato come miglior attore protagonista, i Negramaro come migliore colonna sonora e Consuelo Catucci come miglior montaggio. Alba Rohrwacher è risultata la miglior attrice protagonista per ‘La solitudine dei numeri primi’ di Saverio Costanzo: Giuseppe Battiston è stato premiato come miglior attore non protagonista (per ‘La Passione’, ‘Figli delle stelle’, ‘Senza arte né parte’) e Carolina Crescentini ha vinto come miglior attrice non protagonista per ‘Boris il film’ e ‘20 sigarette’. Miglior regista esordiente dell’anno Alice Rohrwacher con ‘Corpo celeste’. Tra le soprese la vittoria tra le commedie di ‘Nessuno mi può giudicare’, opera prima di Massimiliano Bruno, interpretato da Paola Cortellesi, Raoul Bova, Rocco Papaleo e Anna Foglietta.