Nella scelta dell’itinerario è bene optare per un’area di navigazione considerata facile e per percorsi non troppo lunghi con grande quantità di ridossi o approdi. L’ideale è suddividere il viaggio in tappe brevi.

In Italia:

  • tratte meno impegnative

Riviera ligure, arcipelago toscano, isole flegree (golfo di Napoli), costa smeralda, Egadi (Sicilia)

  • più impegnative

Sardegna ovest, isole eolie, isole pontine (mar tirreno), canale di Sicilia

Nel Mediterraneo:

  • meno impegnative

Grecia ionica, Peloponneso, Turchia e Croazia

  • più impegnative

Isole cicladi, isole del Dodecaneso, Corsica ovest, bocche di Bonifacio

Itinerari esotici:

  • meno impegnative

Isole vergini (Caraibi)

  • più impegnative

Isole grenadine (Caraibi)

  • più o meno impegnative in base al periodo dell’anno

Polinesia, Seychelles, oceano indiano, Thailandia