Una domenica pomeriggio sull'isola della Grande-Jatte di Georges-Pierre Seurat

Seguendo l’esempio di alcuni dei più famosi musei del mondo, come il Rijksmuseum di Amsterdam che per primo ebbe l’idea, anche il Metropolitan Museum di New York ha deciso di rendere disponibili per il download gratuito le immagini in formato digitale e in alta risoluzione (10 megapixel) di circa 400 mila (ma il numero è destinato ad aumentare) dei suoi capolavori.

Il progetto, che non a caso si chiama Open Access for Scholarly Content (Oasc), nasce come risorsa per insegnanti, studenti, ricercatori e documentaristi che possono utilizzarle unicamente per finalità scientifiche e non commerciali.

Sul sito del museo (www.metmuseum.org/ collections) le opere comprese nella politica dell’accesso aperto sono contraddistinte dall’acronimo Oasc.

Restano escluse dal progetto quelle ancora coperte da copyright, di proprietà di altra persona o ente, o sottoposte a restrizioni da parte dell’artista o del donatore.