© GettyImages

Nanni Moretti e l'attrice Margherita Buy posano in occasione della conferenza stampa di Habemus Papam

Habemus Papam di Nanni Moretti e This must be the place di Paolo Sorrentino con Sean Penn protagonista, in concorso; Corpo celeste debutto di Alice Rohrwacher scelto per la Quinzaine des realisateurs; la Palma d'oro alla carriera Bernardo Bertolucci: questa la pattuglia italiana alla 64/ma edizione del Festival di Cannes, annunciata a Parigi dal delegato generale Thierry Fremaux e dal presidente Gilles Jacob. Fra le pellicole più attese Habemus Papam di Moretti che andrà nelle sale da venerdì 15 aprile e nel quale il regista interpreta uno psicanalista che viene chiamato in Vaticano per sottoporre ad analisi il Papa titubante: “Difficile capire in chi io mi sia identificato, probabilmente sia nello psicanalista che nello stesso Papa depresso. Un Papa - ha affermato Moretti in conferenza stampa - che non a caso ho voluto veder girare in borghese per Roma, prendere un autobus, andare a teatro”. Molti i riferimenti a papa Wojtyla (il film inizia proprio con i funerali di Giovanni Paolo II) tra cui quello che Melville (questo il nome del cardinale interpretato da Piccoli) è appassionato di teatro ed avrebbe voluto fare l'attore. “Chi vede in questo personaggio interpretato da Piccoli dei riferimenti a papa Wojtyla, non posso dire che sbaglia, anche se non ho voluto dare riferimenti precisi riguardo alla situazione in Vaticano”.

Festival di Cannes, la lista completa dei film