Italo, il treno ad alta velocità di Ntv, può (finalmente) fissare il proprio debutto sull’Adriatica e inaugurare la tratta Ancona-Milano. Sta infatti per sciogliersi il nodo che aveva finora bloccato la programmazione del servizio. Il marciapiede di Rimini sarà innalzato di quei 30 centimetri che permetteranno al treno Italo la sosta in stazione. E l’intervento sarà a carico di Ntv.

Come sottolinea la stessa società di trasporti, trovare la soluzione per realizzare l’intervento nella stazione di Rimini non è stato semplice, è stata infatti necessaria la mediazione della «provincia di Rimini, che si è fatta promotrice di un apposito accordo di programma tra Provincia stessa, Comune di Rimini, Regione Emilia Romagna, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Rfi ed Ntv».

Per non creare impatti negativi ai treni regionali delle Marche e dell’Emilia Romagna, per le difficoltà incontrate nella programmazione del servizio, e per consentire il rispetto dei tempi necessari all’esecuzione dei lavori sul marciapiede, Ntv ha deciso di spostare al 15 dicembre 2013, in occasione del lancio del nuovo orario 2014, l’avvio del nuovo servizio. Lo sbarco di Italo sull’Adriatica si sposta dunque di qualche mese. La Ancona-Milano sarà servita da sei collegamenti (andata e ritorno) programmati al mattino, fine mattinata e tardo pomeriggio.

I treni percorreranno la tradizionale linea adriatica da Ancona fino a Bologna, per poi immettersi nel nodo emiliano sulla linea ad alta velocità.