BusinessPeople

In vino business

In vino business Torna a Italiani in rotta per Miami
Giovedì, 19 Marzo 2015

Nicolò Tita, architetto e perito del tribunale di Brescia, deluso dalla situazione economica del nostro Paese, si è trasferito a Miami per esportare vini ed eccellenze del Made In Italy con la Tita Italia Wine & Delicatessen.

Perché questa scelta?
Ho puntato sulla Florida perché, durante un viaggio, mi sono reso conto dell’assenza sul mercato di particolari vini, per esempio il Franciacorta o il Rivetto. Pertanto ho deciso di iniziare con una piccola quantità di referenze aziendali, sia di vini sia di alimenti, da rappresentare qui in America.

A chi vende principalmente?
A grossisti: ristoranti e alberghi.

Quali difficoltà ha incontrato inizialmente?
In primo luogo la lingua e le regole ferree legate all’importazione di alcool.

Quanto deve guadagnare in media una persona per poter permettersi di vivere a Miami?
Secondo il mio punto di vista, non meno di 4 mila dollari lordi al mese, perché qui gli affitti delle case sono molto alti.

Si è mai pentito della scelta che ha fatto?
Sinceramente no, ho trovato un’ apertura mentale e una disponibilità, soprattutto in fase di avviamento, difficili da immaginare nel nostro Paese. Anche da parte di numerosi clienti.

POTREBBERO INTERESSARTI
Copyright © 2020 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media