Il viaggio nel 2024? Sarà un’esperienza tutta tecnologica che inizierà con l’arrivo in aeroporto, proseguirà sull’aereo e non terminerà neanche una volta tornati a casa. A rivelare il futuro del viaggio è Skyscanner. Secondo il report del motore di ricerca in dieci anni gli aeroporti saranno destinati a trasformarsi in vere e proprie aerovilles nelle quali i viaggiatori si recheranno diverse ore prima dell’orario del proprio volo. Ma non per effettuare noiosi controlli e infinite code, ma piuttosto per visitare una mostra imperdibile, nuotare in una piscina da sogno o guardare l’ultimo film uscito nelle sale. Secondo le previsioni di Skyscanner, infatti, entro il 2024 l’esperienza dell’aeroporto Schiphol di Amsterdam, dove è possibile ammirare alcuni capolavori di artisti olandesi, presi in prestito dal Rijksmuseum, non sarà più un’eccezione alla regola. E anche l’aeroporto Changi di Singapore, con il suo tetto a farfalla, il giardino verticale di cinque piani, quattro cinema e una piscina sul tetto, farà più notizia.La rivoluzione digitale coinvolgerà anche il modo di acquistare in aeroporto e le aree duty free. I negozi degli scali aerei si trasformeranno in pareti virtuali: basterà scannerizzare i prodotti mostrati per poterli comprare e vederseli recapitare a casa propria.

A rendere ancora più piacevole la permanenza in aeroporto, sarà, secondo Skyscanner, la riduzione di tutte le formalità che oggi caratterizzano le nostre ore prima del volo. Entro dieci anni ci vorranno solo pochi secondi per passare tutte le procedure e fare il check-in. Le partenze saranno gestite con un sistema di immigrazione biometrico che utilizzerà il riconoscimento facciale, e le carte di imbarco saranno sostituite da passaporti che potranno essere codificati dai macchinari. I passeggeri non saranno più costretti quindi a togliersi scarpe e giacche, né a passare attraverso un metal detector. Al loro posto ci saranno scanner laser molecolari di nuova generazione, che controlleranno sia i passeggeri sia le loro valigie in una frazione di secondo, analizzando e riconoscendo oggetti sospetti 10 milioni di volte più velocemente di quanto accade adesso.

Anche sull’aereo il viaggio non sarà più quello che conosciamo. Le vecchie vecchie aree “Business” ed “Economy” saranno sostituite da zone differenti a seconda del tipo di intrattenimento. Una di queste permetterà ai viaggiatori di conversare, di giocare o di guardare film. Un’altra sarà riservata a momenti di relax o al sonno. Le poltrone del futuro saranno poi equipaggiate con un climatizzatore a comando individuale; l’illuminazione della cabina sarà pensata per eliminare gli effetti del jetlag, con luci che emanano l’ormone del sonno, la melatonina. Un sistema olografico simile a Skype permetterà chat live con tutte le persone più care. Un sistema di abbattimento dei suoni eliminerà ogni fastidioso rumore e la connessione 5G farà parte del servizio a bordo.