In foto il corridoio del 4° piano dello Stanley Hotel , dove è stato ambientato il film Shining (1980) di S.Kubrick.

© Tripadvisor

Se pensate che alberghi da incubo possano esistere solo in film dell’orrore come Shining , Psycho , Hostel e 1408 , dovrete ricredervi: esistono davvero, sono tanti e sono sparsi tra l’America, l’Australia e il nebbioso Regno Unito. Gli utenti più coraggiosi di Tripadvisor che vi hanno passato una “notte da brivido”, li hanno recensiti e hanno realizzato una Top five delle strutture “paranormali”.

Al primo posto si trova lo Stanley Hotel, meglio noto come ”Overlook”, l’albergo di Shining , celebre pellicola del 1980 di Kubrick che si è ispirato all’omonimo romanzo di Stephen King. La struttura, costruita nel 1909, si trova a Estes Park, tra le Rocky Mountains del Colorado. Con i suoi ambienti spaziosi e con i suoi arredi sontuosi è una delle mete preferite per i “ghost hunters”, che visitano la sala da ballo (immortalata nel film con Jack Nicholson), ritenuta una delle aree più infestate dell’hotel.

Dalle montagne rocciose si va verso l’assolata California dove si trova il secondo “horror hotel”, The Queen Mary, un’ex transatlantico degli anni ’30. Dopo una lunga carriera tra i mari, la nave britannica è stata ormeggiata a Long Beach ed è stata riconvertita in albergo galleggiante. Secondo alcune voci la cabina più infestata è la B326, scenario di un omicidio. Tra gli ospiti paranormali vi sono spiriti di marinai e una “lady in white”.

Lasciando l’America verso la verde (e fredda) Irlanda del Nord ecco il terzo albergo da brivido: il Ballygally Castle, contea di Antrim, nell'Ulster. L’albergo domina l’omonima baia ed è stato ricavato da un’antica struttura del 17esimo secolo. Secondo la popolazione del luogo l’edificio ospita spettri di “alto lignaggio” come lady Isobel Shaw, che sovente di notte bussa alle porte dei visitatori per poi svanire, o madame Nixon che “vive” nel castello dal 1800 dove vi si aggira agghindata per i corridoi.

Dal nord si va verso l’emisfero australe per il quarto hotel, la storica QStation Sidney Harbour National Park, che sorge nel Nuovo Galles del Sud, in Australia. Prima di essere un albergo, nel 1830 la struttura era utilizzata per tenere in quarantena le persone sospettate di portare malattie contagiose come l’influenza spagnola, il vaiolo o la peste bubbonica. Per valorizzarne il “passato inquietante”, gli albergatori organizzano dei tour notturni per scoprire i fantasmi che infestano l’hotel dai primi del ‘900.

In Scozia, patria del mostro di Loch Ness e conosciuta per i suoi castelli infestati, non può che trovarsi il quinto hotel della classifica: il Tulloch Castle Hotel. Situato a Dignwall, nelle Highlands, la struttura risale al 16esimo secolo; i visitatori e lo staff dell’albergo affermano che sia infestato da il fantasma di una ragazzina e di una donna attempata.