In attesa dell’informata di film natalizi dal prossimo fine settimana, quello appena concluso ha fatto registrare una battuta d’arresto del 33% con un incasso complessivo di 7,7 milioni di euro (dati Cinetel). In testa si conferma Hunger Games - La ragazza di fuoco (Universal) con 1,6 milioni ma con un calo del 57% (segno di un film che il pubblico ha visto nel weekend di uscita). Il film è a quota 6,8 milioni e, a rigor di logica, dovrebbe subire l’arrivo dei film natalizi, cosa che ostacolerà il suo percorso al box office. Al secondo posto esordisce Blue Jasmine (Warner): Il film di Woody Allen ottiene un brillante 1,2 milioni (397 sale, 3.052 euro di media, la più alta della classifica) con la possibilità di avere una coda significativa fino a Natale che consoliderà il risultato del film. Il podio è chiuso da una delle liete sorprese di queste settimane. Ci riferiamo a La mafia uccide solo d’estate (01) di Pif; al suo secondo fine settimana incassa 737 mila euro con un calo solo del 5%; la diffusione del film cresce passando da 226 a 268 sale, segno di un passaparola positivo.
Con 727 mila euro (-43%) resiste in quarta posizione e al suo sesto weekend, Sole a catinelle con Checco Zalone, che sfiora i 51 milioni di euro per Medusa per oltre 7,8 milioni di biglietti venduti; ormai mancano meno di 100 mila presenze al film per superare il record di Titanic e diventare il film più visto di sempre in Italia (rimangono irraggiungibili, però, il 65 milioni di euro di Avatar ). Quinta posizione per Fuga di cervelli (Medusa) con 721 mila euro (-44%) per un totale di 4,5 milioni. Nuova entrata in ottava posizione per Dietro ai candelabri (01) con 209 mila euro ma con una media molto bassa di meno di 1.000 euro a schermo (223 sale). Le altre nuove entrate si trovano tutte oltre il decimo posto. In undicesima posizione si piazza l’evento del La Traviata (Microcinema) con ben 127 mila euro incassati (un ottimo risultato).