I Depeche Mode

Cosa dire di loro che ancora non è stato scritto o detto? Poco, nulla, i Depeche Mode sono una sorta di istituzione del pop mondiale, i numeri uno nel “ramo” dell’elettronica. Non se ne abbiano a male i numerosissimi “followers”, ma la loro leadership nel synth-pop ancora non ammette discussioni. Ce lo dicono le quantità spaventose dischi venduti, ce lo raccontano i concerti sold-out in ogni angolo del Globo. Pochi tuttora sanno unire così bene critica e pubblico, e pochissimi hanno attraversato generazioni e decenni praticamente sempre accompagnati dal successo.

Un percorso artistico quello dei Depeche Mode per certi versi atipico, con gli esordi votati al pop lineare (quando ancora figurava nella line-up il futuro Yazoo, Vince Clark) delle varie New Life e I Just Cant’ Get Enough e in seguito profondamente immerso in sonorità dark e industrial di grande impatto, che via via ne hanno caratterizzato la discografia. E che hanno prodotto le loro cose migliori, le perle delle loro discografia. Come gli album Black Celebration, Music For the Masses, Violator e Songs of Faith and Devotion. Dischi intrisi dell’estro compositivo di Martin L. Gore (da sempre la mente della band) e dei tormenti del frontman David Gahan, sopravvissuto a tentativi di suicidio e a qualche overdose di droga di troppo (a fine maggio 1996 toccò autenticamente il fondo, e rimase clinicamente morto per alcuni minuti). Una storia lunghissima insomma partita circa 30 anni fa dal freddo borgo di Basildon e che tuttora li porta con successo in ogni angolo del Mondo. Sì perchè la perfetta contraddizione dei Depeche Mode, freddi solo in apparenza, sul palco se la cavano egregiamente.

Il nuovo doppio Cd+Dvd “Tour of The Universe - Live In Barcelona” (etichetta Mute/Emi, disponibile anche in doppio Blu ray Disc), nei negozi dal 9 novembre racconta in musica e immagini il fortunato Tour Of The Universe che lo scorso anno ha visto la band inglese suonare davanti a oltre 2,7 milioni di spettatori, con 102 concerti in 40 nazioni.
Ci sono 21 brani registrati il 20 e 21 Novembre 2009 durante le due serate sold out al Palau St. Jordi di Barcelona. Ricca la lista di contenuti extra tra cui 4 canzoni in più registrate nelle due notti, “Inside The Universe”, un documentario sul tour, 2 brani dalle prove del tour a New York, 7 esclusivi filmati creati ad hoc da Anton Corbjin per 7 canzoni, più ulteriori montaggi video ideati per i maxi schermi e gli effetti speciali usati sul palco del tour. In più, il Dvd contiene 4 video promo tratti dall’album Sounds Of The Universe, compreso Wrong, diretto dal regista Patrick Daughters. Le canzoni? Da Walking In My Shoes, a Personal Jesus, passando per It's No Good, Precious, I Feel You, Enjoy The Silence e Never Let Me Down Again.