BusinessPeople

Il tramonto dei transatlantici

Il tramonto dei transatlantici Torna a Crociere sulla cresta dell'onda
Mercoledì, 15 Luglio 2015

Ne resterà soltanto uno. Per i transatlantici la profezia dell’ultimo immortale si è avverata. Queste navi da trasporto passeggeri che hanno segnato la storia della migrazione europea verso le Americhe, ma anche una formula di crociera nelle classi vip dell’epoca, sono pressoché scomparse nel corso degli anni ‘60, con l’affermarsi dell’aereo sulle rotte intercontinentali. Resta ancora in pista la Cunard Line, la società che collega da 175 anni l’America con l’Europa. Da transatlantico la linea si è trasformata in una crociera di sette giorni e otto notti sulla rotta Southampton-New York. Una soluzione adatta per chi non ama volare, ma soprattutto per chi preferisce viaggiare in comodità e senza fretta. L’altro transatlantico esistente, non più in servizio, è il Queen Mary, anch’esso della Cunard Line, oggi adibito a museo, ristorante e hotel galleggiante nel porto di Long Beach (California).

POTREBBERO INTERESSARTI
Copyright © 2021 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media