Cow Wallpaper, Andy Warhol

Il Cow Wallpaper di Andy Warhol del 1966

Sono tre i musei che nascono per iniziativa privata a ridosso del crollo di Wall Street del 1929, a dimostrazione che la crisi può avere anche risvolti positivi. Il Moma apre i battenti solo nove giorni dopo il crack, il Whitney nel 1931 e il Guggenheim nel 1937. In particolare, il Museum of Modern Art (nella foto) di New York è inaugurato il 7 novembre del 1929 come istituzione istruttiva non a scopo di lucro finanziata da Abby Aldrich Rockfeller, moglie di John Rockfeller Jr., Lillie P. Bliss e Cornelius J. Sullivan. Il Whitney Museum of American Art (nella foto in alto a sinistra, un’esposizione dell’opera Electric Earth di Doug Aitken del 1999) è fondato da Gertrude Vanderbilt Whitney come evoluzione del Whitney Studio, che aveva creato nel 1914 per esporre il lavoro di giovani artisti. Il museo Guggenheim, infine, è il primo prodotto della Fondazione Guggenheim creata dall’industriale del rame e collezionista Solomon Guggenheim per esibire la sua collezione privata. La sede attuale è stata progettata da Frank Lloyd Wright.