Una dimostrazione di arti marziali

Il Giappone torna si scena a Milano. Dopo il successo della prima edizione di Mi Japan Festival, il festival della cultura giapponese, arriva ora il bis. Nell’anno che ha visto il Giappone colpito da una grande tragedia su più fronti, tsunami, terremoto e gravissimo pericolo nucleare, il Mi Japan Festival ridisegna diventando Mi Japan for Japan. Una tre giorni dal 20 al 22 maggio 2011 , presso i suggestivi Chiostri dell’Umanitaria di Milano in via San Barnaba 38, dove si alterneranno dimostrazioni, esposizioni, mostre, performance e spettacoli di qualità all’insegna della cultura nipponica, con un unico obiettivo comune: la raccolta fondi per le popolazioni colpite del Sol levante. Per ogni ingresso (8 euro un giorno, 10 euro per tre giorni) l’Associazione EuJapan, organizzatrice dell’evento, donerà 2 euro in beneficenza.

Da non perdere le tradizionale cerimonie del tè, dell’acconciatura giapponese e della vestizione del kimono, i corsi di origami (l’arte di piegare la carta), di furoshiki (l’arte di utilizzare un quadrato di stoffa annodato in diversi punti per avvolgere regali, vasi, ecc.), di lingua giapponese, di maki, le dimostrazioni di shiatsu, di arti marziali, di zen yoga e lo spettacolo di “Taiko”, tamburo giapponese che anticamente era considerato la dimora degli spiriti e utilizzato nei rituali religiosi. E ancora manga, gioco go e “kamishibai” itinerante che è una forma di teatro tradizionale giapponese molto diffusa nel secolo scorso. E per finire non poteva mancare il Cosplay Contest, una vera e propria gara di costumi tratti da fumetti e cartoni animati realizzati interamente dai partecipanti che, seguendo questo fenomeno nato in Giappone nei primi anni '90, interpreteranno i personaggi scelti mettendo in scena un vero e proprio spettacolo.

Tutte le informazioni e il programma su www.mijapan.net