Un nuovo passo verso il salvataggio di La Perla e la salvaguardia del posto di lavoro dei suoi dipendenti. I lavoratori della storica azienda bolognese di underwear e moda mare, riuniti in assemblea, hanno approvato all’unanimità l’ipotesi di accordo con Calzedonia. A darne notizia i sindacati Filctem Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil di Bologna. L’accordo prevede il passaggio di circa 500 addetti (437 dello stabilimento di Bologna e il resto nei negozi sparsi per l’Italia) alla newco La Perla Futura di proprietà di Calzedonia. La Perla Srl comunica invece che si attiverà per ottenere la cassa integrazione per un anno con possibile proroga di 6 mesi per i 149 lavoratori con incentivi all’esodo pari a 20-25.000 euro.

«Ovviamente – informano i sindacati - l’accordo è subordinato all’approvazione del tribunale di Bologna, e a tal riguardo si ritiene che i tempi siano essenziali per il successo dell’operazione e auspicano una decisione dello stesso nei tempi più brevi possibili».